NON AVREI MAI PENSATO CHE: incognite archivistiche e bibliografiche in un Archivio di Stato

Archivio di Stato di Piacenza, Palazzo Farnese, Piazza Cittadella 29

3 ottobre 2010 - Domeniche di carta

Non avrei mai pensato cheApertura domenicale straordinaria dell'Archivio di Stato in seno all'iniziativa promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali "Domeniche di carta".

Nell’obbiettivo di «presentare la biblioteca e l’archivio in maniera diversa, più nuova ed accattivante» il Ministero per i beni e le attività culturali ha promosso una lunga e straordinaria apertura domenicale dei suoi istituti che trattano le «carte». L’Archivio di Stato di Piacenza organizza una serie di visite guidate, mattutine e pomeridiane, ad alcune particolarità del suo ricco patrimonio culturale.

Nella mattinata viene illustrato l’ingente intervento assunto dal Comune di Piacenza che, con il concorso dell’Archivio di Stato che ha in deposito il materiale, ha riordinato il suo archivio storico, consegnando così alla città la documentazione formatasi dalla mairie del 1806 al 1969. Sono per la prima volta visibili i documenti (lettere, ecc.) degli archivisti fra cui Scarabelli, Ottolenghi e Croce, che si sono occupati dell’Archivio Comunale, a lungo l’archivio della città, e si realizza finalmente la volontà manifestata da Luciano Scarabelli alla metà del secolo XIX.

Nel pomeriggio si dà spazio a particolari raccolte bibliografiche annesse alla biblioteca dell’istituto. Nel patrimonio della ricca biblioteca si trovano oltre alle tradizionali pubblicazioni di storia locale e generale anche testi diversi come quelli di narrativa provenienti dalla biblioteca dell’ex Direzione didattica di Pontedell’Olio oppure come quelli contenuti nel Museo didattico e della didattica, in gran parte frutto di donazioni private. La biblioteca pontolliese, che conta libri illustrati, collane, autori per ragazzi, e quella compresa nel Museo aprono le loro porte a studiosi, curiosi e appassionati di storia della scuola e di letteratura per ragazzi dal primo Novecento agli anni Sessanta.

Documenti da scaricare