I combattenti piacentini per l'Unità (1848--1870). Una banca dati provinciale

Archivio di Stato di Piacenza, Palazzo Farnese, Piazza Cittadella 29

24 settembre 2011 - Giornate Europee del Patrimonio

Contributi o galleria fotografica

I combattenti piacentini per l'unità

Presentazione della banca dati: I combattenti piacentini per l'Unità (1848--1870). Una banca dati provinciale. Interventi di Luigi Montanari, Paola Briante (Archivio di Stato di Torino), Patrizia Anselmi (Archivio di Stato di Piacenza).

Per le celebrazioni del 150° dell’Unità - e in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e del 4° Festival del diritto (23-25 settembre) - è stato realizzato il dominio Web intitolato piacenzaprimogenita150.it con il principale obbiettivo di mettere in luce il contributo della popolazione piacentina all’epopea risorgimentale, sui campi di battaglia nonché nella società e nelle istituzioni locali. Il sito contiene vari materiali, fra i quali spicca I combattenti piacentini per l’Unità (1848-1870). Una banca dati provinciale relativa ai combattenti della provincia di Piacenza volontari o arruolati nelle campagne di guerra dal 1848 al 1870, che vaglia numerose fonti primarie e secondarie (elenchi ufficiali, matricole militari, atti dello stato civile, giornali, ecc.). Il contributo di Piacenza non fu trascurabile, fu in proporzione simile a quello delle altre province lombarde, emiliane, toscane, siciliane i cui abitanti accorsero con slancio ad ingrossare le file dei volontari nel 1848 e dei garibaldini nel 1859-1860, per poi essere arruolati nella terza Guerra d’Indipendenza. L’elenco, una volta completato, riguarderà oltre settemila piacentini ricorrenti nell’attuale Provincia (compreso il Bobbiese). I curatori sono l’Archivio di Stato di Piacenza e lo studioso Luigi Montanari; collaborano anche giovani tirocinanti dei licei Volta di Castel San Giovanni e Gioia di Piacenza e alcune amministrazioni comunali.

I curatori sono l'Archivio di Stayo di Piacenza e lo studioso Luigi Montanari; collaborano anche giovani tirocinanti dei licei Volta di Castel San Giovanni e Gioia di Piacenza e alcune amministrazioni comunali. Alla manifestazione prende parte anche l’Archivio di Stato di Torino che ha avviato Alla ricerca dei garibaldini scomparsi, attività volta a fornire le generalità dei circa 35.000 partecipanti alla conquista del Sud della penisola nel 1860-61 tra le file del cosiddetto «Esercito dell’Italia Meridionale».

as-pc.segreteria@beniculturali.it

http://www.archiviodistatopiacenza.beniculturali.it/

Documenti da scaricare