Piacenza in bicicletta. Storie e pedalate tra Ottocento e Novecento

Piacenza, Archivio di Stato, Palazzo Farnese, via Cittadella, 29, 2. piano

25/09/ 2021 - Giornate Europee del Patrimonio

Piacenza in bicicletta

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (25-26 settembre), l'Archivio di Stato di Piacenza inaugura sabato 25 settembre alla ore 10.30 la mostra di documenti e biciclette "Piacenza in bicicletta" sarà aperta al pubblico, in particolare alle scuole di ogni ordine e grado che ne faranno richiesta per visite guidate, negli orari di apertura dell'Archivio fino al 25 febbraio 2022.

Per l'accesso all'Archivio di Stato consultare la pagina http://www.archiviodistatopiacenza.beniculturali.it/index.php?it/21/archivio-delle-novit/97/accesso-allarchivio-di-stato

La mostra più che una storia della bicicletta a Piacenza, che è già stata ampiamente indagata, vuole offrire a un pubblico vasto ed eterogeneo le testimonianze legate al suo uso in città – per il lavoro, per il divertimento, per la guerra – ma anche per i mestieri che l’hanno vista protagonista – i costruttori, i venditori, i meccanici e i custodi dei depositi – e per i ciclisti, i "corridori", piacentini e non, veri e propri idoli capaci di scatenare grandi passioni.

Oltre ai documenti riguardanti le ditte costruttrici di biciclette, tra cui spicca dalla fine dell’Ottocento, la Orio & Marchand, o ai campioni più famosi, ampio spazio è dedicato alle vicende meno note; grazie allo spoglio del quotidiano locale e con l’aiuto di numerosi prestatori si è ricostruito come è stata vissuta la bicicletta in città: dagli incidenti quasi quotidiani ai numerosissimi furti delle due ruote, a volte rocamboleschi, quasi mai smascherati. Le biciclette esposte, oltre alle caratteristiche tecniche e meccaniche, raccontano le vicende che le hanno viste protagoniste.

La mostra è svolta in collaborazione con l’associazione Velolento di Piacenza, che da anni recupera e promuove l’uso di biciclette dimenticate, Editoriale Libertà-Fondazione Donatella Ronconi ed Enrica Prati che ha messo ha disposizione l’archivio storico del quotidiano piacentino, specchio della realtà cittadina dalla sua fondazione (1883).

I prestatori sono: associazione Velolento, Piacenza; fratelli Maserati, San Nicolò a Trebbia; Biblioteca Comunale Passerini-Landi, Piacenza; Archivi Storici Diocesani di Piacenza-Bobbio, sezione di Piacenza e alcuni collezionisti privati.

Sono previste aperture straordinarie: domenica 10 ottobre, con lo spettacolo "Coppi e il diavolo", di e con Davide Ferrari e le musiche di Claudio Sanfilippo; sabato 6 novembre 2021, concerto Musica in bicicletta dell’Orchestra del Liceo Melchiorre Gioia, diretta da Franco Marzaroli.

Referente mostra
Anna Riva 

as-pc.segreteria@beniculturali.it

Documenti da scaricare