L'Archivio di Stato riapre

04/12/2020

L’Archivio di Stato di Piacenza dalla prossima settimana riapre al pubblico in maniera contingentata mediante prenotazione obbligatoria. Dal 7 dicembre p.v. saranno accettate le prenotazioni tramite telefono (0523-338521) o per e-mail (as-pc.salastudio@beniculturali.it); alle prenotazioni sarà data conferma immediata al telefono o in differita per posta elettronica. 
Per accedere ai locali dell’Archivio di Stato è necessario osservare le misure di distanziamento sociale e di contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 previste in base al DPCM 3 dicembre 2020, alle disposizioni e ai protocolli di accordo in materia di prevenzione e sicurezza. L’accesso  all’Istituto sarà limitato a un massimo di cinque utenti al giorno. Gli orari  dell’Istituto  rimangono invariati: lunedì-venerdì 8.30-13.30;  mercoledì e giovedì 8.30-17. Sarà possibile accedere all’Archivio tramite ascensore da utilizzare una persona alla volta, indossando i dispositivi di protezione individuale. Gli utenti prima di accedere alla sala di studio saranno accolti in anticamera dove dovranno detergersi le mani con l’igienizzante messo a disposizione e dovranno sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea; dovranno inoltre sottoscrivere un’autodichiarazione in cui affermare di non essere sottoposti alla misura della quarantena obbligatoria e di non essere risultati positivi al COVID-19 o in caso positivo di aver effettuato due tamponi diagnostici negativi e di non avere famigliari o conviventi positivi. Nella sala di studio gli utenti occuperanno il posto loro assegnato – un solo studioso per scrivania –, dovranno rispettare la distanza minima fra di loro di 1.50-2.00 m e tenere conto della segnaletica orizzontale a pavimento. Ogni qualvolta si rientrerà nella sala di studio sarà obbligatorio utilizzare il gel igienizzante per sanificare le mani.
I pezzi dati in consultazione saranno posti in isolamento per dieci giorni in un locale specifico prima di poter essere ricollocati e riammessi alla consultazione. Altre informazioni sono affisse in istituto. Il personale resta a disposizione per consulenze telefoniche e ricerche per corrispondenza.